Scrittura

La chiave per aprire la porta delle parole.

Le parole mi divertono, mi piace combinarle, cucirle, impanarle e rigirarle.

E mi piace ascoltare chi racconta, scovare i segreti nelle voci tremolanti, farmi nido ovattato per i sogni incerti e piedistallo sicuro per gli obiettivi grandiosi.

Mi entusiasmo sempre per le storie: ne raccolgo fino all’ultimo grammo, al netto di paure e insicurezze. Perché è lì che sta il senso di cui prendersi cura.

Copywriter

Che ti copi? Racconto persone, luoghi e progetti, ma non copio. Prima ascolto e poi racconto, girovago nelle storie in cerca degli aneddoti dimenticati, aiuto a fare ordine nelle soffitte piene di ricordi e faccio piccole trasfusioni di coraggio.

Creo testi per ogni supporto. A carta & penna penso io, ma mi occupo anche di tenere a bada la creatività del correttore dello smartphone o le lettere che si rendono irrintracciabili sulla tastiera.

Tu parli e io scrivo. Non trascrivo però, prendo ispirazione da te che racconti e poi tento la magia: la telepatia farà sì che quello che scriverò sarà quello che avresti voluto dire se solo avessi avuto il tempo di pensarci meglio, di spiegarmi che da bambino ti eri innamorato dell’odore (pestilenziale, diciamocelo) della stalla e allora non potevi che finire per produrre formaggi. O magari amavi la luna ma soffrivi di vertigini e allora sei diventato pizzaiolo: ogni pizza una luna per sfamare i tuoi sogni.

<